lacittadelluomo.it - storia e testimonianze della vicenda umana a Matera   fondazione zetema
  indice  
scheda precedente scheda 3.1   scheda 3.2   scheda 3.3 scheda successiva
 

 

3.2 La lavorazione della pietra

E' tipico di queste prime forme umane produrre strumenti litici, ossia in pietra. I reperti litici, aventi caratteristiche analoghe nella forma e nella scheggiatura, sono classificati scientificamente con il nome della località in cui furono trovati per la prima volta i loro primi esemplari. Quelli del Paleolitico inferiore, per parte loro, appartengono per lo più alla cultura o industria acheuleana, dal nome della località di Saint-Acheul in Francia, luogo del primo ritrovamento.

 
 
Ascia a mano acheulana ritrovata in localit´┐Ż Saint-Acheul (Francia)

Ascia a mano acheulana ritrovata in località Saint-Acheul (Francia)

 
 
 
Amigdala acheulana in selce

Amigdala acheulana in selce

 

Gli strumenti utilizzati erano ottenuti mediante la scheggiatura di blocchi o ciottoli di forma sferoidale od ovoidale, in cui uno o più stacchi determinavano un margine tagliente.La scheggiatura poteva interessare una sola faccia (chopper) o tutte e due (chopping-tools o chopper bifacciali), o infine estendersi a gran parte della superficie con numerosi stacchi multidirezionali (poliedri). Tipici della cultura acheuleana sono, invece, quegli strumenti di selce a forma di grossa mandorla, sfaccettati sui due lati, noti come bifacciali o amigdale.

 
 

Le schegge residue potevano inoltre essere lavorate con un'ulteriore scheggiatura dei margini (ritocco) che ne modificava la forma. Venivano così prodotti manufatti di vario tipo, tra i quali raschiatoi e schegge denticolate.

Le materie prime più frequentemente utilizzate erano il quarzo, la quarzite, il calcare e la selce.

 
 
Amigdala e Homo erectus

Amigdala e Homo erectus

 
  indice  
scheda precedente scheda 3.1   scheda 3.2   scheda 3.3 scheda successiva
 
  fondazione zetema